RENÉ QUINTON

IL GENIO CHE RISCOPRÌ IL MARE 

RENÉ QUINTON

IL GENIO
CHE RISCOPRÍ IL MARE 

“Siamo un vero e proprio acquario marino vivente, il nostro ambiente organico interno è in osmosi con l’ambiente marino:
l’acqua di mare è in perfetta sintonia con ogni piccola parte del nostro corpo.

L’essere umano porta dentro di sè una piccola particella di oceano,
una goccia dell’oceano primordiale che ricopriva la Terra e di cui fa parte la vita”.

Questa ipotesi sta alla base delle ricerche del biologo René Quinton.

René Quinton, nato nel 1866, è il naturalista, fisiologo e biologo francese che ha scoperto e sviluppato il siero che porta il suo nome: Plasma di Quinton.

Era una personalità riconosciuta in tutta la Francia e persino nel mondo.

Alla fine del XIX secolo, René Quinton iniziò ad interessarsi di acqua di mare e le sue ricerche lo hanno portato a concludere che l’acqua di mare è uno strumento e il mezzo organico che il nostro corpo riconosce integralmente.

In effetti, l’acqua di mare ha la stessa composizione del nostro plasma sanguigno, in termini di minerali e oligoelementi, tranne per il fatto che è più concentrata in iodio.

Inoltre, numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il mare è la fonte da cui deriva ogni forma di vita.

Ciò stabilito, René Quinton postula che il mare può curare.

Per fare una simile affermazione, René Quinton si basa su due osservazioni:

  • la prima riguarda il campo della memoria cellulare: poiché il mare è all’origine della vita umana, le nostre cellule devono conservare la memoria di questo elemento e venirne a contatto non può che essere di benefico;
  • la seconda osservazione è che l’acqua di mare non attacca i microbi ma dona alle cellule del nostro corpo la forza di combatterli.

Le sue osservazioni, ricerche ed esperienze lo hanno portato a sviluppare una teoria chiamata “Legge di Costanza Generale”, che raggruppa le tre leggi che aveva precedentemente formulato:

  1. Legge di costanza marina;
  2. Legge di costanza termica;
  3. Legge di costanza osmotica.

Nonostante alcune critiche dal mondo scientifico di allora per la mancanza di basi scientifiche per il suo metodo terapeutico, la fama di Quinton arrivò ai massimi livelli quando viene reclutato per difendere la patria nel 1914.

Ferito più volte, mostra grandi abilità di combattimento congedandosi da colonnello di artiglieria nel 1918.

Dopo la prima guerra mondiale, tutte le sue opere caddero nell’oblio, oscurate in particolare da quelle di Pasteur, di cui è contemporaneo.

La sua straordinaria personalità viene ricordata anche per l’altra sua grande passione, l’aviazione.

Insieme ai suoi cari amici piloti e collaudatori contribuisce allo sviluppo di una nuova disciplina, il volo a vela, costituendo la prima scuola francese di volo senza motore.

Leggi la storia di

RENÉ QUINTON
IL GENIO CHE RISCOPRÌ IL MARE
la vita, le intuizioni, gli incredibili risultati di guarigione

Scarica l'eBook gratuito

Leggi la storia di

RENÉ QUINTON
IL GENIO CHE RISCOPRÌ IL MARE
la vita, le intuizioni, gli incredibili risultati di guarigione

Scarica l'eBook gratuito