0,00

A Novembre attiva la tua metamorfosi!

2 Novembre 2021Francesca Magro

È iniziato novembre, il mese centrale dell’autunno. Mese di buio e tempo piovoso, di malinconia e tristezza.
Ma novembre è anche altro.

IL MESE DEL SEME

Nel gioco della vita, luce ed ombra si rincorrono creando cicli, ritmi ed eventi a cui tutti siamo sottoposti.
Il buio fa parte di un ciclo più grande: è solo una fase; un momento necessario alla natura, e non solo, per riposare.
Questo dovrebbe essere il tempo della riflessione interiore: uno spazio intimo dedicato al Sentire, all’ascolto di te e di ciò che realmente desideri.

Corpo e mente chiedono quella quiete e quel silenzio che la stagione porta con sé.
Come gli alberi perdono le foglie, così l’esistenza porta a lasciar andare ciò che non fa più per te e a tenere ciò che, invece, ti nutre.

Sarà questo lavoro di pulizia e cura che pianterà il seme di ciò che fiorirà in primavera.

Saranno settimane di buio anche per il periodo storico che stiamo vivendo e proprio per questo motivo dobbiamo alimentare con coraggio e amore la nostra luce interiore.

MORTE E RINASCITA

Come ormai saprai, il primo novembre si festeggia Samain, il Capodanno celtico. Samain è il momento della rinascita dopo la morte rappresentata dalla fine del raccolto.

Così come nasce un nuovo anno può nascere una nuova parte di te, una nuova abitudine, una nuova opportunità, una nuova prospettiva di vita…

Un passaggio importante di scelta e responsabilità verso di sé. La scelta di scegliere comunque la vita, oltre il buio, oltre la tristezza e la pesantezza delle giornate grigie; la responsabilità di prenderti cura di te e di ciò che tiene vivo in te la scintilla e ti permette di brillare.

Questo Novembre, in particolare, può essere paragonato a quello che nella cultura tibetana viene chiamato il “Bardo”: un passaggio intermedio che intercorre fra la morte e la rinascita.

PRENDITI CURA

Durante questo periodo allineati ai cicli della natura, dai ascolto al tuo vero Sé, asseconda i tuoi ritmi, spogliati del superfluo, taglia i rami secchi.

Fai ordine e pulizia: lascia andare le parti vecchie di te che stanno morendo e permettiti di generare un nuovo modo di essere.

Prenditi cura di te, coccolati, amati ogni giorno con piccoli gesti ed attenzioni, rallenta.
Tutto questo metterà a dimora ciò che finalmente sboccerà col ritorno del calore del sole.

È ora il momento: pianta il tuo seme e accudiscilo.
Ti sorprenderai quando raccoglierai frutti che credevi proibiti!

ATTIVA LA TUA METAMORFOSI

Concretamente, cosa fare per vivere al meglio questo tempo?

  • Amati: Datti le attenzioni che riservi alla persona che ami di più nella tua vita. Abbandonati all’ascolto di te, dei bisogni del tuo fisico, senza giudizio. Riposa ogni volta che ne senti la necessità, stai nel silenzio o nella solitudine se senti che va bene per te, ascolta buona musica, leggi libri che ti nutrano di emozioni positive, stai con persone in sintonia con te e con i tuoi valori, dì dei “no”, riduci le ore passate davanti agli schermi.
  • Nutri il tuo corpo: l’inverno si avvicina e il fisico richiede cibi più sostanziosi. Ad esempio, puoi arricchire le tue zuppe con del Ghi Puro (un burro ayurvedico ricco di nutrienti) e bere una tisana con acqua strutturata e Plasma Marino al mattino appena ti svegli.
  • Cibi riscaldanti: se la tua costituzione e la tua condizione lo consentono, aumenta gli alimenti cosiddetti “riscaldanti”: zuppa di miso, spezie (timo, curry, curcuma, zenzero, cardamomo, cumino, cannella…), frutta secca, solanacee, uova. Inizia sempre la tua giornata con una colazione calda.
  • Non appesantirti: certo, il corpo ha bisogno di maggiori calorie; questo non significa cadere negli eccessi o giustificare troppi “sgarri”. Cerca comunque di mangiare in modo sano ed equilibrato, senza saltare i pasti e mantenendoti più leggero alla sera.
  • Segui i ritmi naturali di luce e buio: svolgi le mansioni più impegnative della tua giornata durante le ore diurne; rallenta all’avvicinarsi del crepuscolo.
  • Libera il tuo corpo: muoviti liberamente! Al mattino basta meno di un minuto, mentre sei ancora sotto alle coperte, per risvegliare ogni muscolo. Stiracchiati, gira la testa, apri e chiudi la bocca, muovi le spalle e le dita di mani e piedi, fai roteare il bacino e lascia il corpo libero di esprimersi. Senza giudizio e lasciando la mente ancora un po’ assopita, asseconda i tuoi movimenti spontanei. Quando la tua giornata finisce, per calmare ansia e malumore, fai vibrare ogni muscolo del tuo corpo. Shakera via i pensieri e divertiti!
  • Tendi l’orecchio verso l’interno: ogni giorno chiediti: cosa desidera veramente il mio cuore? Magari la risposta non arriverà subito, magari non la sentirai o avrai paura di scoprirlo. Ma è questo il tempo di capire se stai andando nella direzione che la tua anima richiede. È questo il momento per piantare il seme di ciò che vuoi lasciar fiorire nella tua vita.

Oltrepassa il confine tra l’invisibile ed il potenziale.
Lascia che sia il tuo cuore a guidarti.
Permetti alla vita che sei di manifestarsi.
Pianta ora il tuo seme.

Articoli correlati

Consigli per “risplendere” a Natale
Macchie scure sul viso? Ecco un rimedio naturale
Freddolosa? Aumenta così il tuo calore interno
1 2 3 6
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

® MAREA è un marchio registrato
© Copyright 2021 plasmamarino.it – Tutti i diritti riservati.
cross
Apri Whatsapp
Parla con noi
Ciao, come possiamo aiutarti?
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram